Anniversari importanti

 Articolo pubblicato il 20/10/2008 che parla di Eventi,Hardware,Lo sapevate che...,Novità,Personaggi,Software 

Ottobre è un mese denso di ricorrenze per Apple e la sua storia composta da prodotti, personaggi e iniziative: eccone alcune i cui risultati sono ancora oggi sotto i nostri occhi.

La ricorrenza più importante è anche la più vecchia e risale al 1983. Anya Major in corsaVenticinque anni fa a Honolulu, durante l’incontro annuale degli addetti alle vendite di Cupertino, Steve Jobs mostrò per la prima volta lo spot “1984”, creato da Ridley Scott per il lancio del Macintosh. Il breve ma evocativo filmato venne accolto in maniera entusiasta alle Hawaii, come nelle proiezioni successive sino a raggiungere il culmine, nel gennaio 1984, durante la pausa del SuperBowl, quando fruttò all’azienda un’eco ed una pubblicità (gratuita) senza precedenti, la prima di una lunga serie.

Nell’ottobre del 1990 Apple rispose alle critiche sui prezzi con una serie di Mac economici accolti con favore dal pubblico, ma che segnarono anche l’inizio dell’avvicendamento ai vertici tra John Sculley e Michael Spindler.

L’anno dopo vide invece l’esordio dei primi Macintosh a sviluppo verticale e con una filosofia ed un pubblico diverso da quello originariamente voluto da Steve Jobs. Il Quadra 700 e il Quadra 900 erano non solo degli inediti Mac in formato tower, espandibili e con una porta ethernet di fabbrica ma soprattutto i capostipiti di una linea professionale che sarebbe durata cinque anni sino all’ottobre 1995 (quando fu ritirato l’ultimo e malriuscito modello, il 630) rivolta esplicitamente alle aziende ed ai professionisti della grafica.

In tempi più recenti non si può fare a meno di ricordare il compleanno dell’iPod, colonna portante di Apple negli ultimi anni. La presentazione alla stampa del lettore digitale fu il 23 ottobre 2001, in una performance da molti considerata uno dei punti più alti dell’opera promozionale di Steve Jobs.

Jobs propone NeXTOttobre ha infine visto anche il lancio di un computer che non è un Mac ma vi è strettamente imparentato. Nel 1988, due anni dopo aver lasciato Apple, Jobs annunciava il suo ritorno sulla scena presentando alla Symphony Hall di San Francisco il raffinato quanto costoso NeXTcube. Il suo sistema operativo era basato su UNIX e una dozzina di anni dopo, nell’ottobre 1997 Apple presentò una sua evoluzione, chiave della rinascita di Apple negli anni seguenti.

p.s. Ottobre è inoltre anche il mese in cui è nato Storie di Apple. Il sito compie due anni in questi giorni e festeggia la ricorrenza semplicemente promettendo di proseguire a ricercare e offrire informazioni, interviste, retroscena e “storie vecchie e nuove della mela di Cupertino”.



Volete approfondire?

 
5 commenti  


5 commenti »

  1. è sempre un piacere leggerti. complimenti davvero per il sito continua così!

    commenti by malcom — 20 ottobre 2008 @ 9:39 am

  2. Tanti auguri, ottimo articolo su Applicando.
    Ciao

    commenti by Marco — 20 ottobre 2008 @ 10:26 pm

  3. Questo è il sito di Mac più carino e originale del web, diverso dagli altri. Non un “Gossip Site” ma un sito degno di nota è curiosità.

    Molto bello mi è sempre piaciuto, complimenti.

    commenti by Domenico Costa — 21 ottobre 2008 @ 8:47 am

  4. Good work, pal, and thanks for all the fish!

    :-D

    commenti by kOoLiNuS — 21 ottobre 2008 @ 9:23 am

  5. [...] lavoro di Ridley Scott fu però mostrato per la prima volta ad una platea già nell’ottobre 1983. L’occasione era l’incontro annuale degli addetti alle vendite di Cupertino, tenutosi a [...]

    Pingback by Storie di Apple – E vedrete… — 7 marzo 2011 @ 1:19 pm

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin