Buon compleanno, Mac Classic!

 Articolo pubblicato il 10/10/2007 che parla di Calendario,Eventi,Hardware 

Può succedere che improvvisamente una sera (praticamente di notte, erano le 24 passate) venga voglia di scoprire se quel vecchio Macintosh Classic ricevuto diversi mesi prima funzioni davvero.

Mac ClassicE finire col passare alcune ore ad attrezzare una retropostazione in tutta regola composta da un Mac Classic con 4 MB di Ram, disco da (ben) 40 MB, tastiera ADB Apple Keyboard II (con tastierino numerico ma per il resto minimale, quasi in linea con i dettami di Steve Jobs), mouse ADB II (Topolino) e ben due floppy drive esterni Apple 800 Kb perfettamente funzionanti (ma da usare uno alla volta) nonché una periferica SCSI Syquest non supportata perché “troppo recente” (è del 1993). E può succedere anche di stupirsi e divertirsi a vederlo partire senza battere ciglio, avviarsi dall’hard disc, poi dal floppy e infine persino dalla ROM interna (una funzione poco nota ed esclusiva di questo modello) con tre diverse versioni del sistema operativo, sempre pronto all’uso nonostante gli anni passati.

Mac Classic - dettaglioE poi, più tardi ormai quasi verso la fine della giornata può capitare di scoprire, come spesso succede cercando tutt’altro, di aver probabilmente festeggiato in maniera degna il compleanno di questo piccolo grande computer.
Il Macintosh Classic è infatti stato lanciato sul mercato da Apple nel 1990 proprio in questi giorni, il 10 ottobre (o era il 15?) ben diciassette anni fa.

Che dire se non… buon compleanno, Mac Classic! :)

Ringrazio fperale per il piccolo grande regalo.
Immagini tratte dalla scheda su Wikipedia e dalle foto su Flickr di retromaccast

Volete approfondire?

 
5 commenti  


5 commenti »

  1. […] Ringrazio fperale per il piccolo grande regalo e pubblico questo testo anche qui su nezmar.com oltre che su Storie di Apple dove c’è una versione più rifinita con immagini del Classic. […]

    Pingback by nezmar.com » 10 ottobre: buon compleanno, Mac Classic! — 11 ottobre 2007 @ 12:25 am

  2. Ciao a tutti! Sono un amante del ‘retrocomputeraggio’ Ho trovato questo bell’articoletto perché da ieri sono (raggiante) possessore di un Mac Classic del Dicembre 1990 trovato presso una cooperativa sociale che vende ‘usato’ di vario tipo! Appena l’ho visto non ci ho pensato troppo, per venticinque (!) euro potevo avere un computer che cercavo da anni. E’ perfetto, ho portato a casa la tastiera estesa e tre mouse che avevano lì vicino, è messo molto bene e gira altrettanto bene. Problema: è l’unico Mac che ho, quindi per il momento mi devo limitare ad un avvio da Rom perché mi manca il modo di poter scaricare su Floppies il OS 6.0.8 che ho trovato da Apple (grazie Apple!!!) e l’HD credo sia stato cancellato, quindi va re-inizializato, a parte ciò mi ritengo fortunato sia per i soldi investiti sia per le condizioni della macchina!!! Ciao a tutti!!!

    commenti by Piergiulio — 9 novembre 2008 @ 10:18 am

  3. Piergiulio: per trovare aiuto (magari in zona) consiglio di rivolgerti ai newsgroup ed alle numerose mailing list e siti di appassionati e gruppi utente Apple italiani (i cosiddetti MUG).
    Trovi alcuni indirizzi in un post di Koolinus, per gli altri bastano pochi minuti su Google a cercare Tevac, POC, ecc. Io però sono parziale verso i newsgroup e consiglio in particolare it.comp.retrocomputing :)

    nda

    commenti by Nicola D'Agostino — 10 novembre 2008 @ 11:33 am

  4. Ciao a tutti, ho letto l’articolo: BELLISSIMO, anch’io ho un Mac Classic (credo del 90) l’ho sistemato nella libreria con la tastiera ed il mouse originale, quello rettangolare, ho persino i dischetti per l’installazione del sistema… Ma secondo voi, un giorno diventarà un pezzo da museo???.. Ciao

    commenti by Gennaro Apicella — 4 febbraio 2009 @ 5:09 pm

  5. Gennaro: in un museo presumo ci sia già, quello dell’All About Apple. Per il resto il Classic, per quanto simpatico e ben riuscito, non ha caratteristiche tecnologiche o di design, che lo rendano unico e tantomeno è un modello raro dato che era uno dei Mac più accessibili e diffusi della sua epoca. Chi ce l’ha però gli ha voluto e gli vorrà lo stesso molto bene. ;-)

    nda

    commenti by Nicola D'Agostino — 4 febbraio 2009 @ 7:35 pm

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin