Canon Cat: il Macintosh che non fu

 Articolo pubblicato il 11/01/2008 che parla di Hardware,Lo sapevate che...,Personaggi 

Nel 1987 la Canon USA lanciò sul mercato un nuovo tipo di computer.Il Canon Cat Rivolto ad un pubblico di impiegati e segretarie era un tutt’uno che incorporava un monitor monocromatico da 9 pollici e un floppy drive da 3,5″, con una tastiera collegata sul davanti.

Il computer si chiamava Canon Cat era stato progettato per Canon dalla Information Appliance Inc., azienda creata da Jef Raskin. Il Canon Cat era la summa delle idee di Raskin esposte già agli inizi degli anni ’80 in Apple e rappresentava la sua visione di come sarebbe dovuto essere il Macintosh.

Interfaccia a caratteri del CatIl Cat non aveva icone o finestre né tantomeno un mouse ma un’innovativa interfaccia a caratteri e l’interazione avveniva esclusivamente attraverso la tastiera dove erano posti due tasti speciali, detti “leap keys”. Si trattava di un computer dalla natura prettamente utilitaristica, definito come un work processor, estremamente diverso dal Macintosh o dal Lisa di Apple.

Il mercato purtroppo diede ragione alla visione di Jobs e non a quella di Raskin e dopo sei mesi e soli 20’000 esemplari il Canon Cat terminò la sua corsa (c’è chi dice anche per pressioni di Jobs stesso che con il suo NeXT aveva accordi in corso con Canon). Ciò non toglie che il Cat rappresenti una curiosa e stimolante alternativa alle interfacce grafiche dell’epoca e online sono disponibili diverse risorse che ne testimoniano le caratteristiche ma anche lo sviluppo.

Raskin il Mac e sullo sfondo il CatPer chi volesse approfondire il funzionamento sul sito di Raskin sono disponibili materiali informativi tra cui il manuale del Cat, la Reference Guide e la succinta Reference Card.

Illuminante sul funzionamento e potenzialità dei “leap keys” è un filmato su Google Video mentre altre informazioni preziose si trovano sul sito non ufficiale canoncat.org.

Infine il museo californiano The Digibarn ha una ampia sezione con foto ed un filmato e altre rare immagini tratte dalla fase di progettazione, sviluppo e commercializzazione del Canon Cat.

Immagini tratte da www.digibarn.com e da Google Video

Volete approfondire?

 
2 commenti  


2 commenti »

  1. […] La cifra può sembrare eccessiva per un computer di cui sono stati venduti alcuni milioni di esemplari ma quello dell’asta è un oggetto effettivamente unico: l’Apple IIe di Jef Raskin, usato per sviluppare prima la SwyftCard e poi lo Swyft e il Canon Cat, il “Macintosh che non fu”. […]

    Pingback by Storie di Apple » L’Apple II di Jef Raskin — 26 settembre 2008 @ 4:19 pm

  2. […] sostanzialmente messo in un angolo dal cofondatore Steve Jobs con cui era in contrasto da su come doveva venire realizzato il computer […]

    Pingback by Storie di Apple - Jef Raskin lascia Apple — 1 febbraio 2009 @ 12:10 am

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin