Da Cupertino a Redmond

 Articolo pubblicato il 13/12/2006 che parla di Lo sapevate che...,Personaggi,Software 

Apple e Microsoft: insiemeSono diversi gli uomini Apple che nella loro carriere sono passati a quello che molti considerano “il nemico”: Microsoft. A guardare meglio le migrazioni da un’azienda all’altra nella Silicon Valley e nell’informatica statunitense non sono nulla di strano o nuovo vista l’estrema competitività del settore e la frequente voglia di cambiare e di avere nuove sfide.

Ecco alcuni nomi di rilievo di Apple che sono finiti a lavorare per l’amica-nemica Microsoft.

Mike Murray
Capo del marketing nei primi anni ’80 ai tempi del lancio del Mac, solo un decennio dopo era diventato vice presidente delle risorse umane e dell’amministrazione presso Microsoft.

Steve Capps
Cosviluppatore del Finder per il Macintosh e poi del palmare Newton, tra il 1996 e il 2001 ha contribuito al browser Internet Explorer.

Jud Spencer
Sviluppatore principale di Claris Emailer: dopo che Claris/Apple cassò il software fu assunto con parte del suo team dall’azienda di Redmond per cui creò Outlook Express per Mac e sulla base di questo, Entourage.

Rick Eames
Esperto di Java con tre anni in Apple nella seconda metà degli anni ’90 entrò a far parte della squadra Microsoft che curava l’implementazione di Java per Mac insieme ad altri utenti e veterani Apple tra cui uno degli sviluppatori di Hypercard.

Immagine tratta da www.allaboutapple.com

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di
 
2 commenti  


2 commenti »

  1. Magari in Storie di Apple un giorno si parlerà anche di una posssibile “fusione” tra le due “rivali”.. e nel 2050 ci sarà il lancio sul mercato sel nuovo
    OS drag&drop 1.1 di Machinsoft!!

    commenti by NUMAC — 15 dicembre 2006 @ 2:09 pm

  2. […] Il responsabile in capo era Gina Venolia che ha lavorato per ben quindici anni a Cupertino curando prodotti che vanno dal LisaTerminal alle API di GameSprockets passando per l’accellerazione del mouse e QuickDraw 3D. Venolia, come parecchi altri colleghi, è infine passata a lavorare per Microsoft dove ricopre il ruolo di ricercatrice. […]

    Pingback by Storie di Apple » Toy Box — 26 ottobre 2007 @ 10:52 am

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin