“Defying Gravity”

 Articolo pubblicato il 20/10/2006 che parla di Hardware,Letture,Personaggi 

Defying Gravity: The Making of Newton
Autori: Doug Menuez (fotografie) e Markos Kounalakis (testo)
Editore: Beyond Words Publishing
Altre informazioni: cartonato di 80 pagine con sovracoperta
Lingua: inglese
Disponibile in versione cartace su Amazon

Defying Gravity: the Making of NewtonIl libro narra la storia, da un punto di vista privilegiato, del Newton, il pda/palmare di Apple, geniale e amato quanto sfortunato, probabilmente perché troppo ambizioso e in anticipo sui tempi.

“Defying Gravity” è un mix di artbook e di cronistoria, molto curato esteticamente e con una forma particolare, a sviluppo orizzontale. A livello contenutistico in alcuni punti tende al pretenzioso ed all’autocelebrativo: una redazione più severa gli avrebbe giovato.
Le informazioni e le foto, realizzate da Doug Menuez, ad ogni modo sono davvero tante (troppe?) e sono stati fotografati momenti belli e brutti, intimi e importanti della nascita del Newton in poi sin dalle prime e agguerrite lotte intestine dei gruppi di sviluppatori dietro ai progetti che portarono al palmare.

logo del NewtonÈ un libro interessante ma smaccatamente rivolto a fan, storici e emanati del buon design: a chi possiede ed ama il Newton oppure ha il pallino della storia dell’informatca o ancora del retrocomputing e vuole sapere di più di questo capitolo raffinato e ambizioso della storia del made in Cupertino. Sotto questi aspetti “Defying Gravity” è impagabile perché illustra molto bene non solo la genesi, breve ascesa e rovinosa caduta del Newton ma anche la Apple di quegli anni del tardo periodo Sculley e post-Sculley.

Da non sottovalutare anche alcuni aspetti accessori del tomo, in primis la capacità di svelare e valorizzare alcuni “grandi” personaggi. Tra tutti brilla Steve Capps, spesso citato e lodato da colleghi e cronisti ma che grazie agli autori del libro emerge in tutta la sua umanità ma anche nell’oggettiva rilevanza strategica per una Apple azienda di idee e sogni.

Immagini tratte da www.amazon.it e www.wikipedia.org

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , ,
 
5 commenti  


5 commenti »

  1. […] signore barbuto con maglietta arancione ha al collo un iPhone ma in mano un Newton, il glorioso ma sfortunato palmare di […]

    Pingback by il blog di mytech » Blog Archive » I frutti dell’iPhoneDevCamp — 30 luglio 2009 @ 1:48 pm

  2. […] di Steve Capps è © di Doug Menuez ed è tratta dal libro “Defying Gravity”. Si ringrazia Mr. Menuez per averne gentilmente concesso l’uso. Tags: mac, macintosh, musica, […]

    Pingback by Storie di Apple – Steve Capps… Guitar Hero! — 1 giugno 2010 @ 9:16 am

  3. […] il fotografo Doug Menuez che ha concesso l’uso di un suo scatto di Steve Capps tratto da “Defying Gravity”. L’autorizzazione purtroppo è arrivata quando la rivista era già in stampa, ma […]

    Pingback by Storie di Apple – “Steve Capps… Guitar Hero!” su Applicando 277 — 7 febbraio 2011 @ 11:20 am

  4. […] signore barbuto con maglietta arancione ha al collo un iPhone ma in mano un Newton, il glorioso ma sfortunato palmare di […]

    Pingback by Nicola D'Agostino » Mytech – I frutti dell’iPhoneDevCamp — 27 marzo 2013 @ 7:36 pm

  5. […] signore barbuto con maglietta arancione ha al collo un iPhone ma in mano un Newton, il glorioso ma sfortunato palmare di […]

    Pingback by Nicola D'Agostino (.net) » I frutti dell’iPhoneDevCamp — 23 giugno 2015 @ 5:50 pm

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin