Due anni di Mac mini

 Articolo pubblicato il 11/01/2007 che parla di Calendario,Eventi,Hardware 

Introdotto l’11 gennaio 2005 al Macworld con slogan quali “il Mac più conveniente della storia”, “riappropriatevi del vostro spazio”, “enormemente mini”, il Mac mini rappresentava la risposta di Apple alle innumerevoli richieste nel corso degli anni di un Mac “entry level” economico.

Steve Jobs con il Mac miniProposto senza tastiera nè mouse, era un G4 di media potenza rivolto ad un pubblico di “switcher”, gli utenti provenienti dal mondo Windows a cui l’azienda puntava con sempre maggiore forza anche grazie all’effetto di attrazione e conversione dell’iPod. Grazie al Mac mini i neoutenti potevano riciclare le proprie periferiche e entrare nel mondo Apple con una spesa contenuta, 499 dollari: due elementi che contribuivano ad abbattere la ritrosia contro ii Macintosh perché percepiti come computer costosi.

Ma il Mac mini era un progetto ambizioso non solo come mercato ma anche come design, ben lontano dall’LC o dai Performa del passato.

Mac miniGli ingegneri di Cupertino reinventarono la già diffusa formula dei mini PC e basandosi sulla scheda madre dei portatili realizzarono un raffinato rettangolo grigio e bianco con gli angoli smussati e dalle dimensioni ridotte: poco più di 16 cm per lato e uno spessore di circa 5 cm. Un oggetto curato e discretamente potente che si prestava a numerosi usi e pubblici: postazione di navigazione, server casalingo, trasportabile per nomadi della Net Economy, “carputer” ma sopratutto piattaforma per l’home entertainment.

Il Mac mini era la prima zampata di Apple verso il salotto digitale sino ad allora prerogativa del Windows Media Center di Microsoft, seguita nell’ottobre dall’arrivo di FrontRow e telecomando Apple Remote e a fine 2006, dopo il passaggio ad Intel di tutta la linea dei Macintosh, di Apple TV, anello di congiunzione tra mela morsicata e televisione.

Nota: l’evento citato è stato aggiunto al calendario di Storie di Apple.

Immagini tratte da www.mytech.it

Volete approfondire?

 
4 commenti  


4 commenti »

  1. Sono un medico che anni fa ebbe la malsana idea di acquistare un PC.Dopo anni (!) di peripezie, installazioni, reinstallazioni ecc. mi sono comprato un Mac Mini: SUPERBO GENIALE FUNZIONANTE.
    Ciao a tutti.

    commenti by fabrizio — 31 gennaio 2007 @ 9:28 pm

  2. ho preso il Mac mini dopo circa 10 e passa anni di windows…se non giocate troppo, è la cosa migliore che vi sia in circolazione…ma qualee windows!

    commenti by Michel — 29 agosto 2008 @ 9:53 pm

  3. […] l’Apple TV e l’iMac: da settimane giravano voci sempre più insistenti che dopo solo due anni e mezzo dal suo lancio, il più piccolo dei Macintosh sarebbe giunto a fine […]

    Pingback by il blog di mytech » Blog Archive » Mac mini’s not dead (per ora) — 30 luglio 2009 @ 1:49 pm

  4. […] Mac rivolto agli “switcher” ha infatti mantenuto l’aspetto originario per più di cinque anni, attraversando evoluzioni […]

    Pingback by Storie di Apple – Mac mini: dal 2005 al 2009 — 15 giugno 2010 @ 8:36 pm

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin