E rimase solo Word

 Articolo pubblicato il 02/03/2007 che parla di Software 

Nel settembre 1985, sul numero 19 di Applicando, fu stilata e presentata ai lettori la guida “Tutto il software per Macintosh”. pubblicita-wordLa rivista, che da poco aveva affiancato al cavallo di battaglia Apple II anche il neonato di Infinite Loop, fece così il punto della situazione degli applicativi disponibili per il Macintosh.

A distanza di più di vent’anni, di quella lunga lista di ben 11 pagine (con una media di una quindicina di prodotti in ogni pagina) l’unico prodotto tutt’ora diffuso, usato e sviluppato è Word della Microsoft.

Il programma di videoscrittura è inoltre l’unico sopravvissuto all’offerta (su cui torneremo prosimamente) di Redmond, che all’epoca non aveva ancora tirato fuori Excel ma che offriva il più elementare spreadsheet Multiplan e altre soluzioni come File (database) e Chart (grafici) oltre al linguaggio di programmazione Basic.

Volete approfondire?

 
1 commento  


1 commento »

  1. […] Il supporto ed il tempismo dei produttori di software era fondamentale per il successo del neonato Macintosh e Microsoft, già uno dei colossi del mercato non lesinò risorse ed investimenti. Se il pensiero comunemente va a Excel ed a Word in realtà da Redmond originò una selezione di software estremamente ricca e variegata. […]

    Pingback by Storie di Apple » Sulle ali di Microsoft — 19 marzo 2008 @ 11:47 am

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin