I fondatori di NeXT

 Articolo pubblicato il 01/06/2009 che parla di Personaggi 

Questa foto del 1986 ritrae Steve Jobs con gli altri confondatori di NeXT.
Si trattava di cinque collaboratori fidati che avevano dato le dimissioni da Apple per seguirlo nella sua nuova avventura.

1986: NeXT cofounders

Da sinistra verso destra abbiamo: Dan’l Lewin, Rich Page, Guy “Bud” Tribble, Steve Jobs, Susan Barnes e George Crow.

Dan’l Lewin in Apple ricopriva il ruolo di marketing manager del settore universitario e avrebbe avuto lo stesso ruolo in NeXT, che agli inizi si rivolse esclusivamente al mondo della ricerca. Lasciò NeXT nel febbraio del 1990 ed approdò infine in Microsoft dove da diversi anni ricopre un ruolo dirigenziale.

Guy “Bud” Tribble fu uno dei primissimi membri del team che creò il Macintosh. In Apple il suo titolo era “manager of software engineering”, ruolo che svolse anche in NeXT come vice presidente in capo dello sviluppo software. Nell’estate del 1992 lasciò Next per passare a Sun ma un anno dopo coordinò un accordo tra le due aziende che verteva sulle API di programmazione ad oggetti OpenStep.

Esperto di progettazione elettronica, Rich Page era stato una delle figure chiave del Lisa ed in seguito aveva lavorato anche su prototipi di Macintosh. In Apple era stato insignito del prestigioso titolo di “Apple Fellow”, insieme a Bill Atkinson. Lasciò NeXT nel gennaio 1993.

Susan Barnes in Apple era stata “Senior controller of US sales and marketing” e divenne il Chief Financial Officer (CFO) di NeXT. Dopo Lewin fu il secondo dirigente a dare le dimissioni, nell’aprile 1991.

Coprogettista della circuiteria del Macintosh, George Crow in NeXT fu “Vice president of analog engineering”. Decise di andarsene nell’aprile 1993 quando l’azienda dismise (e liquidò) la produzione di hardware per concentrarsi solo sul software. Nel 1999 tornò in Apple, dichiarando che l’atmosfera era molto simile a quella dei primi anni ’80.

Immagine tratta da All About Steve di Roman Moisescot.

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , , , , , ,
 
3 commenti  


3 commenti »

  1. Come al solito, storie di apple offre sempre articoli unici e interessanti. Bravi, continuate così!

    commenti by Sherry Haibara — 2 giugno 2009 @ 10:11 am

  2. […] Il baffuto Paul Baker fu invece addetto all’hardware del Lisa insieme al barbuto Rich Page, che abbozza un sorriso sullo sfondo. Geniale quanto sanguigno Page era esperto tanto nell’hardware che nel software e creò tra le altre cose il “Lisa Monitor”, il primo abbozzo di sistema operativo in Pascal. Al contempo criticò apertamente la strategia di Jobs che preferiva il Mac intuendo che la sua affermazione sarebbe stata a spese del Lisa. Alcuni anni più tardi, però, Page avrebbe seguito Jobs lasciando Apple e cofondando NeXT. […]

    Pingback by Storie di Apple – Le figure chiave del Lisa — 2 febbraio 2012 @ 5:18 pm

  3. […] di Windows come anche le dichiarazioni negli ani successivi. Quando era ancora occupato con l’avventura NeXT Jobs si è espresso senza mezzi termini sulla poca originalità e l’assenza di gusto estetico […]

    Pingback by Storie di Apple – La chiacchierata di Steve e Bill — 1 aprile 2012 @ 8:34 am

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin