Le app indispensabili: Mactracker

 Articolo pubblicato il 21/04/2015 che parla di Software 

mactracker iconCercate informazioni tecniche e storiche su un prodotto Apple? Il software gratuito Mactracker per Mac e iOS è la risposta migliore alle vostre esigenze.

Si tratta di un database portabile estremamente completo e periodicamente aggiornato con le informazioni ufficiali di Apple e altro ancora, che surclassa le risorse disponibili online.

Grazie a un’interfaccia compatta e facilmente navigabile, infatti, bastano pochi click (o tap) per trovare quale tipo di memoria RAM usa l’ultimo MacBook, quale sistema operativo è possibile installare, per individuare le differenze tra i vari modelli di Airport o sapere quanti Newton ha prodotto Apple (sette, oppure otto se vogliamo contare anche l’eMate).

Mactracker for Mac

Sviluppato e aggiornato da Ian Page sin dal maggio 2001, Mactracker fornisce informazioni dettagliate su [praticamente] tutti i prodotti mai commercializzati da Apple. Non si limita ai soli Macintosh, ma include anche i server, gli iPod, i dispositivi iOS, tutte le periferiche (anche quelle più rare, come lo schermo LCD per l’Apple IIc) e i sistemi operativi.

Aggiornamenti disponibili - MactrackerÈ uno strumento provvidenziale per storici, collezionisti, hobbysti, rivenditori, tecnici come anche per i comuni utenti.

La base dati viene periodicamente aggiornata e non solo con le ultime novità di mercato: nel 2015 c’è stata l’aggiunta di due modelli di Lisa e di stampanti termiche e ad aghi per l’Apple II, che risalgono ai primi anni ’80.

Ogni scheda di Mactracker include codici e sigle per identificare il prodotto e le sue caratteristiche, individuare le versioni del sistema operativo supportate, capire quanta memoria e spazio di archiviazione aggiungere e quali espansioni e upgrade sono possibili.
I dati spesso sono più aggiornati di quelli di Apple, come nel caso della RAM, che riflette la disponibilità sul mercato di memorie più capienti, che aiutano a migliorare o prolungare il funzionamento del computer.

Mactracker - PB12 Alu - Memory

Le schede contengono anche i consumi, le date di messa in commercio e ritiro, i prezzi originari e le registrazioni dei suoni d’avvio (noti come startup chimes).
Nella versione per Macintosh abbiamo una timeline anno per anno dei prodotti e categorie smart per fare ricerche e selezionare in base a caratteristiche specifiche. L’applicazione può inoltre individuare il modello su cui viene eseguito e ha un tab “My Models” in cui salvare uno o più macchine per richiamarle velocemente, con tanto di numero di serie e altre informazioni personalizzate.

Mactracker è un programma gratuito ma l’autore accetta (e incoraggia) donazioni da chi vuole sostenere il progetto.

La versione più recente per Macintosh si può scaricare dal Mac App Store oppure dal sito web ufficiale, in cui Page offre anche versioni aggiornate compilate per funzionare su [Mac] OS X a partire da 10.5 (Leopard) in poi. Sul sito c’è anche un archivio con versioni ancora più vecchie (ma non più aggiornate nei dati) che funzionano anche su Mac OS 8.5 e 9.

Dal 2009 Mactracker è anche un’app per dispositivi iOS. Inizialmente solo per iPhone e iPod touch, è ora universale e ottimizzata anche per iPad, ma non ha (ancora) le funzioni aggiuntive presenti su Mac. La versione più recente per iOS può essere scaricata esclusivamente dall’App Store e richiede iOS 7 (o superiore).

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , , , ,
 
Avete dei commenti?  


Nessun commento »

Nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin