Le barre di scorrimento del Lisa

 Articolo pubblicato il 16/01/2007 che parla di Lo sapevate che...,Software 

L’interfaccia grafica del Lisa, nel 1983, fu il primo ambito con cui Apple divulgò e volgarizzò ma anche affinò e migliorò le rivoluzionarie idee dei laboratori PARC della Xerox.

Polaroid della GUI preliminare del LISALo sfortunato Lisa introdusse concetti che diamo ormai per assodati come menù a tendina (a discesa), il drag-and-drop per lo spostamento delle icone, il doppio click e il cestino sul desktop, sulla scrivania.

Ma tra le novità dell’interfaccia ce ne fu una che fu abbandonata in fase di progettazione.
Le finestre del Lisa OS avevano nelle barre di scorrimento, il controllo proporzionale alla dimensione della finestra. Questa metafora però venne ritenuta troppo complessa e causa di confusione per gli utenti e quindi eliminata prima dell’esordio.

Perché le barre di scorrimento proporzionali del Lisa ricomparissero nelle interfacce grafiche bisognò attendere il 1995 e Windows 95 e, in casa Apple, addirittura il 1998 con Mac OS 8.

Volete approfondire?

 
3 commenti  


3 commenti »

  1. Lo sfortunato Lisa costava la bellezza di 9000$ nel 1983….e il processore Motorola 68000 costava un botto all’epoca….considerando che Apple all’epoca era uno dei migliaia di produttori di computer proprietari….

    commenti by Andrea Carnera — 19 gennaio 2007 @ 10:26 am

  2. […] Il 17 marzo del 1988 Apple intentò una causa contro Microsoft e Hewlett-Packard. Oggetto principale del contendere era l’interfaccia grafica di Windows e la sua imitazione dei capisaldi introdotti con il Lisa e poi diffusi con il Macintosh. […]

    Pingback by 1988: Apple e la causa a Microsoft : Tecnìco: Apple resource — 25 marzo 2008 @ 6:23 pm

  3. […] il settore): il suo sviluppo rappresentò internamente sia il fertile humus per lo sviluppo di menù, icone, mouse che un contraltare concettuale, strategico e commerciale per il Macintosh, esemplificato anche […]

    Pingback by Storie di Apple - La rivoluzione mancata — 1 febbraio 2009 @ 3:49 pm

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin