Le magie di Emagic

 Articolo pubblicato il 01/07/2007 che parla di Calendario,Eventi,Software 

Risale al primo luglio 2002 l’acquisizione della software house tedesca Emagic da parte di Apple.

logo EmagicFondata nell’autunno del 1992 ad Amburgo, in Germania, da Gerhard Lengeling, Chris Adam e Sven Junge, già autori del primo programma in assoluto di sequencing, Notator, sviluppato per la piattaforma Atari, la Emagic si è imposta a livello internazionale con il suo Logic Audio, uno dei software più usati in studio dai professionisti dell’audio, adottato più di 200.000 musicisti tra cui nomi di altissimo profilo quali Jean Michel Jarrè, Chick Corea, Herbie Hancock e David Torn.

Nello stringato comunicato stampa dell’epoca si annunciava che a partire dal settembre 2002 sarebbe stata interrotta la disponibilità di versioni per Windows, decisione basata anche sul dato che i “prodotti per Macintosh rappresentano più del 65% delle entrate di Emagic”.

SoundtrackMa Apple non si è limitata semplicemente a proseguire lo sviluppo e la commercializzazione di Logic Audio: lo ha usato come base per un’offerta completa, con il rilascio nel 2003 di un software di sonorizzazione e composizione basata su sample, Soundtrack e nel 2004 di una versione sempre professionale ma più abbordabile, Logic Express.

Ma con le risorse acquisite ha completato anche la dotazione di base del Macintosh, secondo le direttive di Steve Jobs che lo aveva immaginato e proposto come un digital hub a cui collegare dispositivi e apparecchiature digitali di nuova generazione.

iLife con GarageBandAll’epoca dell’acquisizione si era fatto notare come a partire dal 1999 agli utenti della mela mordicchiata fossero stati forniti gratuitamente programmi “consumer” per l’ascolto di musica, iTunes, la gestione delle foto digitali iPhoto, la creazione di filmati (iMovie) nonché l’esportazione su Dvd (iDvd).

Fu necessario aspettare un po’ ma a questi software si aggiunse, nel gennaio del 2004, anche GarageBand, programma di base per la registrazione e composizione multitraccia su Mac, ultimo tassello dell’inglobamento di Emagic.

Immagini tratte da www.chickcorea.com e www.mytech.it

Volete approfondire?

 
1 commento  


1 commento »

  1. […] Dopo l’ascolto di musica (iTunes), la gestione delle foto digitali (iPhoto), la creazione di filmati (iMovie) e la creazione di Dvd (iDvd) con l’arrivo di iLife 04 era la volta di un programma per la registrazione e composizione multitraccia su Mac, uno dei risultati dell’acquisizione nel 2002 della software-house tedesca Emagic. […]

    Pingback by Storie di Apple - Cinque anni di GarageBand — 17 gennaio 2009 @ 7:44 pm

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin