Le persone dietro il Macintosh

 Articolo pubblicato il 24/01/2009 che parla di Eventi,Personaggi 

Storie di Apple - Original Mac people

“Le persone che fanno il lavoro sono la vera forza dietro il Macintosh. Il mio compito è sgombrare loro la strada, per mettere da parte e tenere a bada il resto dell’azienda. Sfortunatamente non riesco a passare abbastanza tempo qui con loro perché ho anche altre responsabilità. Ma ogni volta che ho un momento libero torno subito perché questo è il posto più divertente al mondo.

Si tratta del gruppo di persone più acute con cui ho mai lavorato. Sono tutti incredibilmente intelligenti, ma la cosa ancora più importante è che hanno in comune il modo in cui affrontano la vita e cioé che la vera ricompensa è il cammino intrapreso. Loro desiderano davvero che questo prodotto veda la luce. In questo momento è più importante delle loro vite personali.

L’Apple II aveva un qualcosa di magico. Non era quantificabile ma era comunque percepibile. Il Macintosh è la seconda cosa nella mia vita che dà le stesse sensazioni. Opportunità come questa non capitano spesso. In qualche modo lo si sente quando ci si trova agli inizi di qualcosa di grande. È per questo che tutti vogliono che sia perfetto e lavorano duramente. Tutti sentono una responsabilità personale verso il prodotto.

Il Macintosh è il futuro di Apple Computer. Ed è opera di un gruppo di persone dall’incredibile talento ma che nel grosso delle aziende si troverebbe tropo in basso perché le loro decisioni abbiano lo stesso impatto che hanno qui. È una di quelle cose che si sa non dureranno per sempre. Il gruppo forse rimarrà insieme per un’altra iterazione del prodotto e poi ognuno andrà per la sua strada. Ma in questo momento molto speciale, tutti noi siamo stati insieme per realizzare questo prodotto. E sentiamo che potrebbe rappresentare la cosa migliore che abbiamo fatto con le nostre vite.”

Traduzione libera del saggio di Steve Jobs nel 1984 nel primo numero di Macworld

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , ,
 
1 commento  


1 commento »

  1. […] realtà oggi come all’epoca del Mac la creazione di un nuovo prodotto è un lavoro di squadra e Hertzfeld, che oltre a essere uno […]

    Pingback by Andy Hertzfeld, il Mac e il team dietro al progetto Google+ — 5 luglio 2011 @ 7:58 pm

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin