“Prova su strada Macintosh”

 Articolo pubblicato il 23/01/2009 che parla di Lo sapevate che... 

Nel novembre 1984 Apple lanciò una curiosa iniziativa per spingere le vendite del suo nuovo computer.

Prova su strada MacintoshGrazie a “Test Drive A Mac” chiunque fosse interessato ad un Macintosh (probabilmente un modello 512k vista la data) poteva recarsi presso i punti vendita e -per un breve periodo- averne gratuitamente un esemplare al fine di effettuare una “prova su strada”.

In questa prova l’utente non era abbandonato a sè stesso ma era assistito da materiali appositamente preparati da Apple e concretamente da una brochure, un software dimostrativo ed una cassetta audio. La combinazione di questi materiali guidava l’utente nell’esplorazione del mondo delle interfacce grafiche e del mouse e nell’apprendimento dell’uso del sistema operativo e dei programmi acclusi con il Mac.

L’iniziativa venne realizzata anche in Italia, con il nome “Prova su strada Macintosh”, la localizzazione dei vari materiali e la collaborazione dei (pochi) rivenditori autorizzati sul territorio.

Grazie ad uno di questi sono venuto in possesso della cassetta originale: si tratta di un piccolo reperto e un esempio dello sforzo enorme che l’azienda di Cupertino ha dovuto fare per spiegare e promuovere presso il pubblico una nuova metafora informatica.
Per questo motivo, puramente a fini didattici e storici, nell’archivio dei documenti di Storie di Apple trovate una nuova voce con la conversione in mp3 dei circa 30 minuti di audio originale ed un link per la scansione in jpg del foglietto accluso alla cassetta.

Buon ascolto!

Si ringrazia Nicola Battista per l’aiuto nel riversaggio e conversione dell’audio.

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , ,
 
1 commento  


1 commento »

  1. […] su Storie di Apple è uscito un articolo su un’iniziativa promozionale fatta da Apple durante l’anno in cui fu lanciato il […]

    Pingback by Nicola D'Agostino » Storie di Apple… in preparazione — 12 giugno 2015 @ 5:53 pm

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin