L’Apple Store alla conquista del mondo

 Articolo pubblicato il 06/11/2014 che parla di Eventi 

Nel maggio 2001 Apple inaugurò i suoi primi Apple Store a Tysons Corner, in Virginia, e a Glendale, in California. La formula di un negozio interamente controllato e gestito da Apple in tutti i suoi aspetti per presentare e vendere al meglio i propri prodotti (che all’epoca erano sostanzialmente due: Macintosh e iPod) si rivelò azzeccata. Nel giro di un paio d’anni i negozi con il logo della mela mordicchiata superarono quota settanta, disseminati un po’ ovunque sul territorio statunitense.

Nel novembre del 2003 aprì invece i battenti il primo Apple Store situato all’estero. L’onore spettò al Giappone, con un palazzo di cinque piani progettato da Paul Warchol, situato nel prestigioso quartiere Ginza di Tokyo.

Apple

Dotato di uno staff di “Mac specialist” versati in dieci lingue tra cui il giapponese, cinese mandarino e cantonese, tailandese, coreano, italiano, francese, spagnolo, portoghese e inglese, la rivendita di Ginza adottò anche la tradizione tipicamente giapponese delle Fukubukuro, le “borse fortunate”, che i primi dell’anno vengono proposte ai clienti a un prezzo fisso e con un contenuto a sorpresa di prodotti.
[continua la lettura della storia]

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di
 
Avete dei commenti?  

I software di Apple nel 2001

 Articolo pubblicato il 10/12/2008 che parla di Software 

Nel 2001 Apple era ancora agli inizi della transizione da Mac OS 9 a Mac OS X e stava ponendo le basi per la successiva conquista del settore video.

Un video promozionale in cui Steve Jobs spiegava l’organizzazione del primo Apple Store ci permette anche di dare un’occhiata ai principali software dell’azienda nel maggio del 2001, mix eterogeneo di prodotti storici di Apple e tecnologie proveniente da NeXT.

Apple products - May 2001

Sullo scaffale, da sinistra a destra si notano le scatole di Mac OS X 10.0, Mac OS 9, AppleWorks 6 (che si distingue dalla similare 5 per la presenza del compasso al centro), Final Cut (Pro) 1.2.5, AppleShare IP, AppleCare ed in basso alcune confezioni dei CD vergini targati Apple di DVD Studio Pro e di WebObjects 5.

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , , , , , , ,
 
Avete dei commenti?  




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin