Il Newton, Ralph e Dylan

 Articolo pubblicato il 29/08/2011 che parla di Software 

Apple Dylan hierarchyVolete approfondire la storia e la natura di Dylan, il linguaggio di programmazione creato nei primi anni ’90 e dopo poco ritirato da Apple? Ecco alcune utili risorse online.

Chi non dispone di una postazione per provare in prima persona, può dare un’occhiata a un set di schermate messo su Flickr da Oliver Steele. Nelle immagini si può vedere Dylan e il suo IDE in azione sotto il Mac OS (o meglio, il System) dell’epoca.

Ancora più interessante è una serie di video su YouTube che riprende un lungo intervento tenuto nel 2006 da Walter Smith e da James Joaquin e intitolato “A brief history of Newton Technology”.

Walter Smith - Apple Dylan
[continua la lettura della storia]

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , ,
 
Avete dei commenti?  

Dylan e la promessa mancata di Apple

 Articolo pubblicato il 27/08/2011 che parla di Software 

Nel 1995 Apple lanciò un nuovo linguaggio di programmazione chiamato Dylan.

Ideato nei primi anni ’90 Dylan era un prodotto della sede distaccata Apple Cambridge, nata in seguito l’acquisizione della Coral Software. Ispirato al Lisp e pensato originariamente per il Newton, Dylan venne poi trasformato in uno strumento di sviluppo per i Macintosh ma la licenza era tale che era possibile (e auspicato da Apple stessa) realizzarne e distribuirne altre implementazioni, sia gratuite che a pagamento.

Il nome di Dylan era ufficialmente un acronimo e stava per “DYnamic LANguage”, linguaggio dinamico, ma questa spiegazione non mise a riparo l’azienda di Cupertino da una causa. Gliela intentò Bob Dylan, intenzionato a impedire l’uso del suo nome in prodotti di terzi.

Il risultato fu che -dopo essere giunta a un accordo extra-giudiziale con il cantautore- Apple ritirò in fretta e furia il suo prodotto nonostante vi riponesse diverse aspettative. Lo si può constatare da una brochure datata maggio 1994 e distribuita durante la consueta manifestazione estiva World Wide Developer Conference (WWDC).

Nell’opuscolo si afferma che avrebbe dato una “svolta alla produttività e alla facilità di sviluppo”. Secondo Apple Dylan era “progettato per venire incontro alle esigenze di programmatori professionisti che realizzano programmi per Macintosh e altre piattaforme”grazie a una “combinazione unica formata da un nuovo linguaggio dinamico a oggetti e un ambiente di sviluppo incrementale e all’avanguardia che consente di scrivere software più facilmente e velocemente”

Apple Dylan
[continua la lettura della storia]

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di ,
 
1 commento  

Dylan fa causa a Apple

 Articolo pubblicato il 22/06/2009 che parla di Lo sapevate che... 

Nell’estate del 1994 il cantante folk Bob Dylan fece causa a Apple per violazione di trademark. L’obiettivo del musicista era di impedire all’azienda di Cupertino di impiegare il suo nome in prodotti software.

Bob Dylan in Think DifferentLa causa verteva sul fatto che Apple aveva creato un nuovo linguaggio di programmazione per Macintosh ispirato allo Scheme e al Lisp e l’aveva chiamato ‘Dylan’.

Il linguaggio era stato ideato nei primi anni ’90 e pensato originariamente per sviluppare la piattaforma Newton. Sfortunatamente l’implementazione non era abbastanza matura e gli fu preferita una combinazione di C e di NewtonScript, linguaggio inventato da Walter Smith.

Internamente Dylan era noto con il nome in codice Ralph ed assunse solo in seguito il suo vero nome che, secondo lo sviluppatore James Joaquin, era l’acronimo di “DYnamic LANguage”.

[continua la lettura della storia]

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , , , , , ,
 
2 commenti  




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin