Le app indispensabili: Mactracker

 Articolo pubblicato il 21/04/2015 che parla di Software 

mactracker iconCercate informazioni tecniche e storiche su un prodotto Apple? Il software gratuito Mactracker per Mac e iOS è la risposta migliore alle vostre esigenze.

Si tratta di un database portabile estremamente completo e periodicamente aggiornato con le informazioni ufficiali di Apple e altro ancora, che surclassa le risorse disponibili online.

Grazie a un’interfaccia compatta e facilmente navigabile, infatti, bastano pochi click (o tap) per trovare quale tipo di memoria RAM usa l’ultimo MacBook, quale sistema operativo è possibile installare, per individuare le differenze tra i vari modelli di Airport o sapere quanti Newton ha prodotto Apple (sette, oppure otto se vogliamo contare anche l’eMate).

Mactracker for Mac

Sviluppato e aggiornato da Ian Page sin dal maggio 2001, Mactracker fornisce informazioni dettagliate su [praticamente] tutti i prodotti mai commercializzati da Apple. Non si limita ai soli Macintosh, ma include anche i server, gli iPod, i dispositivi iOS, tutte le periferiche (anche quelle più rare, come lo schermo LCD per l’Apple IIc) e i sistemi operativi.


[continua la lettura della storia]

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , , , ,
 
Avete dei commenti?  

CLImax: un’altra linea di comando prima di Mac OS X

 Articolo pubblicato il 22/12/2008 che parla di Lo sapevate che...,Personaggi,Software 

Prima dell’avvento di Mac OS X una delle critiche storiche al sistema operativo dei Macintosh per anni è stata l’assenza di una “shell”. Le lamentele sulla mancanza di una “linea di comando” non solo dimostravano la poca comprensione della filosofia del Mac OS ma erano anche sostanzialmente errate vista che in realtà esistevano software che fornivano l’agognata interfaccia a caratteri.

about CLImaxAnche se è vero che solo a partire dal 2001 ne venne fornita una “di fabbrica”, per anni sono state rese disponibili alcune shell testuali a partire da quella contenuta nell’ambiente di sviluppo MPW della stessa Apple.
Tra le molte soluzioni di terzi ce n’è stata una chiamata CLImax risalente ai tempi del System 7 e facente uso di AppleScript, il linguaggio di scripting ufficiale di Infinite Loop.
Ne parliamo perché l’autore è quel Drew Thaler che abbiamo intervistato a proposito della sua collaborazione con Apple.
Abbiamo chiesto perciò a Drew di raccontarci di CLImax e di come sia nata questa CLI (Command Line Interface) per il cosiddetto Mac OS “Classic”.

[continua la lettura della storia]

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di , ,
 
1 commento  




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin