Yves Béhar: dal Mac al portatile da 100 dollari

 Articolo pubblicato il 22/10/2007 che parla di Design,Hardware,Personaggi 

Una carriera notevole quella del designer Yves Béhar: tra i suoi clienti ci sono nomi prestigiosi come Mini, Birkenstock, Johnson & Johnson, Nike, Nissan e Target. Ma anche Microsoft, Hewlett Packard, Toshiba, Silicon Graphics e Apple.

Yves BeharBehar è nato nel 1967 in Svizzera, dove è cresciuto, da padre turco e madre tedesca ed ha studiato industrial design prima in Europa e poi negli Stati Uniti, dove ha ottenuto un diploma dal College of Design di Pasadena. Nel 1999 ha fondato lo studio Fuseproject tramite cui realizza gran parte dei suoi lavori e studi.

Anche se non risulta che abbia firmato in prima persona alcun prodotto con la mela mordicchiata Behar nei primi anni ’90 ha fatto parte di ben due seminali studi di design cruciali nella storia di Apple. Behar fu membro prima del frog design di Helmut Esslinger e poi del gruppo che ne raccolse il testimone, Lunar Design di Robert Brunner.

Tra i lavori realizzati da Behar non per Apple ma comunque in ambito informatico ci sono inoltre due computer di primo piano: la workstation 02 per Silicon Graphics e più recentemente l’OLPC, il notebook per gli studenti dei paesi in via di sviluppo ideato da Nicholas Negroponte e noto anche come “portatile da 100 dollari”.

Immagine tratta da www.wired.com

Volete approfondire?
Ecco altri articoli che parlano di ,
 
Avete dei commenti?  


Nessun commento »

Nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Aggiungete un commento

(necessario)

(necessario)




 


Basato su WordPress e sul tema Conestoga Street di Theron Parlin